Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Archivio

31 ottobre 2009 6 31 /10 /ottobre /2009 17:35



Ottobre... cadono lo foglie... e piovono trucchi

Ecco innanzi tutto le cosine "inglesi" frutto dell'ordine cumulativo fatto con Chiara e Sara a Love Make-up
a cui avevo accennato nel post di settembre:


Cinque cose di MAC: il Dazzleglass colore Date Night (DMC 3731), l'ombretto Top Knot, un bellissimo viola scurissimo (più del 791) e sbrillino, il blush Feeling (152, un pochino scuro per me), il kohl Violet Underground (791) e un sample del pigmento Sweet Sierra (640), che è strepitoso!


Di NYX la matita jumbo Cottage Cheese (3866) e il blush mosaico color Cafe. Questi blush sono carini (eccezionali per quello che costano...), mentre la matita è stata un pò deludente: in rete si trovano tanti tutorials di make-up dove definiscono questi matitoni ottimi da usare come base per gli ombretti, ma non sono d'accordo


Infine, per quanto riguardo l'ordine inglese, il blush Exhale della Urban Decay (il colore, 3856, si vede bene riflesso nello specchietto) e il gloss Mauve Light di Estée Lauder (3688), che è stupendo, è il mio prim gloss EL, ma non sarà certo l'ultimo! La Lauder per Natale propone confezioni molto carine. C'è sempre un bauletto carico di prodotti, ma fanno anche confezioni più contenute, fra cui una trousse con 6 gloss: quest'anno la guarderò con molta attenzione

Poi c'è stata la trasferta londinese di mio marito che mi ha fruttato altre cinque delizie, più una serie di esilaranti SMS mentre era dentro al negozio dell'aeroporto


Foto abbastanza inutile, il bellissimo ombretto a destra, Greensmoke,  un kaki con riflessi dorati (3012) si intravede a malapena  Quello a sinistra, invece, è Scene, un grigio argilla (414) molto utile per uno smoky leggero.
Al centro quella meraviglia che è Sculpt & Shape, che fa parte della collezione DSQuared, che non è mai arrivata nel corner di Genova, quindi era in cima alla lista data a Fabio e per fortuna l'ha trovato. Questo prodotto serve a creare il contouring del viso, con la parte chiara ad illuminare e qualla scura a scolpire. Esiste in due gradazioni di colore, io ho scelto Bone Beige/Emphasize (3770/3773). Quest'ultima che dalla cialda sembra scurissima, sfumata sul viso è perfetta!


Due rossetti, come vedete entrambi molto naturali e portabilissimi: a sinistra un amplified, l'Half 'N Half (223), molto piacevole e idratante; a destra un lustre, l'Hug Me (3354), che desideravo da una vita, ma che a Genova era sempre sold out

Questi, invece, gli acquisti fatti in città, proseguendo con MAC


Ecco due prodotti della collezione Style Black. A sinstra Bat Black, che è una Cream Colour Base, cioè un prodotto multiuso che può essere usato su occhi, labbra e viso, da solo o sotto un prodotto in polvere. Questo, essendo un colore molto scuro, non può certo sostituire un fard, ma sugli occhi e sulle labbra è bellissimo! Dalla foto non si capisce bene, ma è un borgogna (902): la particolarità di queste basi è che lasciano un colore da velato a molto intenso a seconda del tipo di applicazione. A destra lo smalto Seriously Hip: anche qui la foto penalizza il colore che a me piace da impazzire!! Un verde oliva molto scuro (935) illuminato da microscopiche pagliuzze dorate, veramente bello. Se vi piacciono gli smalti scuri e particolari, cercatelo perchè ne vale la pena. Non storcete il naso, il contrasto con la pelle chiara lo rende elegantissimo


In questa foto, a sinistra Earthly Riches, un duo di ombretti minerali che puntavo già da parecchio. Nella parte inferiore un prugna intenso (3470), sopra un bellissimo grigio verde (645/646), entrambi molto luminosi. A destra la Prep+Prime Transparent Finishing Powder, che va a sostituire l'analogo prodotto di MUFE preso a giugno e ormai agli sgoccioli.


Poi, a sinistra l'ombretto Trax: ennesima foto fuorviante Dal vivo non è affatto il color mirtillo che sembra qua, ma uno stupendo color vinaccia chiaro (3041) e sbrillino, meraviglioso!! A destra il lustreglass Sinnamon: di nuovo, non il beige carico che sembra, ma un delicato color cipria (3773), ovviamente lucidissimo e sbrillarello


Ho preso anche questo pennello, il numero 217. I pennelli MAC sono cari, ma ripagano in durata e qualità. Nel trucco la cosa più importante sono gli applicatori: se sono buoni si può fare un buon lavoro anche con cosmetici mediocri, riuscire nel contrario è molto più difficile. Pennelli e pennellini che si trovano nelle confezioni di ombretti, fard, ecc, anche quelli delle marche più costose, sono quasi sempre ridicoli salvo giusto qualcosa di Clinique. Gli applicatori a spugnetta degli ombretti sono perfetti come giochini per i gatti Comunque per me è arrivato il tempo di rinnovare un pò il mio parco pennelli, cosa che ho intenzione di fare nei prossimi mesi. Questo 217 serve per sfumare l'ombretto nell'incavo della palpebra.

E mentre scrivo la mia amica Chiara è in gita a Milano, con ovvia tappa al monomarca di MAC: mi ha già avvisata di aver onorato la lista che le ho dato ieri

Una cosa di cui sono molto contenta è che finalmente MAC sta facendo la versione italiana del loro sito: come vedete al momento è in allestimento, ma è già tanto che abbiano deciso di considerare anche il nostro Paese

Di extra MAC ho preso:


A sinistra uno dei nuovi ombretti mono di Clarins, il numero 23, Silver Green: come dice il nome, è un grigio verde (diciamo 3052, ma è una sfumatura particolare ed è difficile trovare una corrispondenza precisa) molto, molto bello e altrettanto luminoso. Clarins è una delle marche che preferisco in profumeria, prima di passare all'eco-bio compravo tantissimi loro prodotti per lo skin care, ora mi limito al make-up e non resto mai delusa.
A destra il blush numero 2 della collezione autunnale di Pupa, un pesca luminosissimo  (3713, ma anche qui la lucentezza rende difficile il confronto), veramente carino.

Di Kiko:


Dall'alto: matita labbra cremy n° 403 (315), matita gloss n° 4 (3041 sbrillino) e Eye Tech Look il colore, petrolio (3765), è bellissimo, ma la qualità della polvere è veramente scarsa, in più non mi trovo bene con questo tipo di applicatore, bocciato. Invece la matita labbra è stata una bella sorpresa, morbida e molto scrivente. Carina anche la matita gloss.


In erboristeria ho preso uno dei meravigliosi olii corpo della Ardes:


Come leggete, questo profuma di mandorla (divino!!), ma ne esistono altre 5 varianti, tutte buonissime


Sempre in erboristeria ho preso la crema fluida alla malva di Weleda, marca tedesca di cui certe cose mi piacciono moltissimo e altre per niente, mai una via di mezzo
Invece il burro di karitè della Equilibra l'ho comprato all'Upim dove era scontato del 20% e poi, dopo averlo provato, sono tornata a fare scorta: è buonissimo!!! Preciso che lo uso su mani e piedi: è molto ricco, quindi per me sarebbe esagerato su tutto il corpo, senza contare che una confezione mi basterebbe per 3-4 applicazioni. Comunque sulle estremità è gradevolissimo e moltooo ammorbidente

Infine questo:


No, non sto confondendo la cucina con il bagno Da circa un anno ho sostituito gli struccanti occhi tradizionali con gli olii: jojoba, mandorle, macadamia, ecc, ecc. All'olio di riso della Scotti ci sono arrivata su suggerimento di Chiara  Quest'olio è perfetto per lo scopo: leggero (non appanna la vista, come succede anche con certi struccanti bifasici), inodore e non irrancidisce! In più è economico: poco più di 5 euro per 750 ml di prodotto, provate a fare il confronto con un qualunque struccante... Utilizzo: inumidite un dischetto di cotone, versateci sopra una nocciolina d'olio, strizzate, appoggiate il dischetto sulla palpebra per 4-5 secondi e poi procedete al movimento tradizionale... vedrete che bell'occhio pulito e nutrito


Repost 0
30 ottobre 2009 5 30 /10 /ottobre /2009 14:45
Giusto in tempo, visto che domani è Halloween


Per l'occasione ho fatto fare a Fabio la primissima foto "artistica": di solito cerco il primo piano più netto, ma questa volta sono stata ispirata da Halloween, di cui adoro i gadget

Un giorno farò un post solo per le mie bambole e i miei orsetti My Doll, un'altra delle mie infantili passioni

Avrei voluto una cornice viola e le fide corniciaie ne avevano ben 4-5 varianti, ma nessuna mi ha convinta, o perchè il viola non era quello giusto o perchè erano in legno laccato, così ho ripiegato su questa nera e opaca, semplicissima, ma perfetta. Faccio l'ennesimo applauso a quelle due magiche donne per come riescono sempre a tendere perfettamente le tele! Magari qualcuna leggendo penserà: "Embè? E' il loro lavoro", ma in passato molto raramente rimanevo soddisfatta, anche e soprattutto per questo motivo Loro, invece, sono proprio brave!


Repost 0
29 ottobre 2009 4 29 /10 /ottobre /2009 17:16
A più di cinque mesi dalla conclusione del terzo, mi sono finalmente degnata di dedicare un pò di tempo a questi poveri mici e ho messo in cantiere il quarto micetto:


Come vedete, non li ricamo in fila come vorrebbe l'originale: il taglio della tela mi consentiva solo la disposizione su due file, che comunque mi piace e che alla fine renderà anche più facile la collocazione del quadro 

Ora vorrei fare la brava e, magari cercando di considerare questo ricamo come un SAL personale, ricamare il quinto micio a novembre e l'ultimo a dicembre, ma ci credo poco, tanti lavori in corso, tante cose per la testa... come dice la mia amica Francesca - ciao - prudono le manine

Ed ecco anche un bel micione in carne, ossa e peli, Gastone, che il 20 ottobre ha festeggiato il suo 7° complicasa con noi


Per la gioia di Fabio, adora strofinare il muso contro alla digitale 

Repost 0
28 ottobre 2009 3 28 /10 /ottobre /2009 15:11
Ecco qua l'autunno:


Dai, caruccio, mi piacciono molto i colori, li trovo veramente autunnali
Per contro non mi convince la cornice di farfalline, non la trovo adatta per un ricamo che comprende anche le stagioni più fredde, per cui ho deciso di non farla. Penso di sostituirla con un qualcosa di molto semplice, ma deciderò dopo aver ricamato anche l'inverno.

Mi piace molto la tela, un'aida 64 della Zweigart color biscotto, che penso di riprendere in futuro perchè è un bel colore abbastanza neutro adatto a molti ricami



Repost 0
26 ottobre 2009 1 26 /10 /ottobre /2009 14:15

Ieri è finito il RAT di Halloween. Ci sono state 19 adesioni, ma a dire il vero non so se tutte hanno prodotto o se qualcuna si è persa per strada Qui potete vedere i bellissimi ricami di alcune, sostanzialmente quelli delle crocettine che hanno un blog e che mi hanno avvisato della pubblicazione: Anna, Barbara, Berty, Eli, Laura, MarmPam, Patrizia, Red, Rita, Rosanna, Tiziana e, naturalmente, io.
Per quanto mi riguarda è stata una bella esperienza, oltre ad aver raggiunto lo scopo (finire il ricamo grazie alla data di scadenza) c'è stato il piacere della condivisione di un progetto comune.

Per cui ci riprovo e propongo un secondo R.A.T. ancora una volta con un tema banale e scontatissimo che farà sorridere alcune di voi, tipo Sara, Barbara, Patrizia...


Natale


Il ricamo va finito entro il
  25 dicembre

Il funzionamento del RAT è sempre lo stesso: ogni partecipante sceglie il ricamo natalizio che preferisce e cerca di finirlo entro la data di scandenza.

Per partecipare dovete scrivere un commento a questo post e, se non lo siete già, iscrivervi al gruppo Yahoo "Le pagine di Lò".
Nel primo RAT l'iscrizione al gruppo era facoltativa, ma preferisco aggiungere questo vincolo per dare più senso a quella che è un'iniziativa comune

Altra modifica: il ricamo scelto non va più tenuto segreto. Nella pratica mi è sembrata una cosa abbastanza inutile, ma naturalmente se qualcuna preferisce svelarlo solo alla fine nessun problema!

Io parteciperò con "Christmas Row" della Bent Creek: mi piacciono moltissimo gli schemi di questa serie, l'anno scorso ho ricamato "Summer Row", bellissimo, e ci tenevo molto a farne uno anche nel 2009
Repost 0
25 ottobre 2009 7 25 /10 /ottobre /2009 18:09
Quanti chilometri ci sono tra Genova e Londra? Google Earth mi dice che in linea d'aria sono poco meno di 1.200 e sinceramente pensavo fossero molti di più
Ma sono comunque tantissimi e Fabio adesso è lassù, in questo preciso momento si trova allo stadio per assistere a una partita della NFL: avevo già scritto che il football americano è il suo sport. E Tampa Bay è la sua squadra del cuore. Da qualche anno l'NFL gioca una partita di campionato in Europa e quest'anno ad espatriare è toccato proprio ai Buccaneers! Un'occasione più unica che rara per vederli dal vivo e anche la scelta di Londra non poteva essere più fortunata dato che là ci vive da più di 10 anni suo cugino Massimo,  fratello di Barbara, quindi lo zio di Nutella e Piccolo Mò Una bella occasione per vedere anche lui, seppur per poco visto che torna già domani.
E io? Io qua, sola soletta (pelosi a parte, si capisce), l'edicola sul groppone per due giorni (e vabbè) e un pò di stupore nel rendermi conto di come mio marito mi manchi dopo così tanti anni Mentre scrivo guardo via satellite la partita di Tampa e mi fa ancora più impressione saperlo lì, per altro proprio a Wembley, dove siamo stati insieme tanti anni fa, anche se lo stadio non è più lo stesso (e speriamo che almeno a Tampa vada meglio!).
Sono la donna meno romantica del mondo e quindi penso che forse mi manca così tanto perchè lavorare insieme porta a vivere quasi in simbiosi, le nostre separazioni generalmente si traducono nelle 3-4 ore dei miei pomeriggi di shopping o delle sue domeniche allo stadio... Però non ci credo mica tanto che dipenda solo da questo

Ma veniamo al vero scopo di questo post: stamattina in edicola ho finito il librettino che stavo leggendo...


...veramente carino e un pò pazzoide, basti pensare che la Oggero riesce ad infilarci Alice nel paese delle meraviglie, l'Odradek di Kafka ed E.T.!!! Ma è uno splendido inno all'amicizia che mi ha scaldato il cuore, proprio come speravo

Adesso sono abbastanza carica per tornare a Grisham:


Ma sarà una cosa lunga perchè questa settimana ho cominciato a studiare il tedesco!! Studiare (discreto colpetto di tosse) è una parola enorme visto che non sto facendo un corso serio, ma sto semplicemente seguendo un corso virtuale per autodidatti e chi mi conosce un minimo sa bene quanto io non sia portata per le lingue E il tedesco mi sembra proprio difficile, questa settimana ho vissuto momenti di grande sconforto, della serie "non ce la farò mai", ma se vogliamo concretizzare il sogno di diventare una coppia di pensionati tedeschi dovrò ben cominciare, no?!? Frase mezza al plurale e mezza al singolare perchè Fabio per ora nicchia, ma lui può contare A) su un discreto inglese B) in una grande propensione per le lingue, quindi può prendersela comoda, per me 20-25 anni ci vogliono tutti!!

Ancora una cosa, restando in tema libri. Siccome ne vado fiera, vi dico che cugino Massimo è il creatore/autore della coppia di pinguini più simpatica del mondo, Gus e Waldo:


E ha Hugh Grant come dirimpettaio! Ho chiesto a Fabio una foto e un autografo confidando nell'occhiataccia che puntualmente è arrivata... così con un "allora  almeno prendimi queste cose" gli ho allungato la lista delle cosine che vorrei dalla profumeria del Gatwick


Repost 0
24 ottobre 2009 6 24 /10 /ottobre /2009 13:40
Finiamo la parte scritta:


Quindi per questa terza tappa va ricamata la parola "thé" e i sei punti stella relativi.
Non so voi, ma io sono sempre più innamorata di questo ricamo

Arrivederci al 7 novembre per la quarta tappa

Repost 0
17 ottobre 2009 6 17 /10 /ottobre /2009 18:12
Bella la piastrellina di ottobre, mi piace tanto:


Dopo quella di marzo, è la mia preferita

Per altro nel primo pomeriggio ho fatto un giretto nel mio quartiere, dove per questo week-end hanno organizzato "La festa magica": una boiata pazzesca
Ma, fra le 6-7 bancarelle presenti, una vendeva zucche e zucchette decorative, ne ho comprato due veramente carine, che hanno trovato un bel posticino nella mia cucina.

 
Repost 0
14 ottobre 2009 3 14 /10 /ottobre /2009 14:06


Lo avevo iniziato il 27 agosto, quindi ci ho messo quasi due mesi per leggere poco più di 400 pagine! Non perchè sia brutto, anzi, da questo punto di vista non ho gradito solo il finale un pò troppo frettoloso. E' che proprio, per la storia trattata, stavo male nel leggerlo! Perchè, anche se come in tutti i romanzi si legge: "Questo libro è un'opera di fantasia", in verità Grisham descrive molto bene la realtà del sitema giudiziario americano (teniamoci stretto il nostro, va...), quello che succede a causa dei troppi legami fra politica ed economia e come sia facile con soldi e potere creare disinformazione.

E' uno di quei libri che rafforza il mio essere antispecista e siccome ho proprio bisogno di staccarmi dall'uomo per un poco, abbandono l'idea che avevo di fare il tris con Grisham e passo a Margherita Oggero:


E' solo un racconto di 126 pagine, diciamo pure un mezzo furto (12 euro!!), ma sono sicura che la gatta Rossana riuscirà a scaldarmi un pò il cuore


Repost 0
10 ottobre 2009 6 10 /10 /ottobre /2009 13:55
Ciao compagnette di SAL, ecco la seconda (micro) tappa:


La scritta "ou" e i tre punti stella vicini ad essa. Questa sarà la porzione più piccola di tutte

Mi piace tantissimo il 3861, cioè il colore della U, della C e della E, lo trovo davvero elegante, alla faccia di tutti quelli che considerano queste tonalità dei non colori

Appuntamento al 24 per la terza tappa.


Repost 0

Etichette