Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Archivio

8 settembre 2009 2 08 /09 /settembre /2009 16:50
...il 1° SAL del mio blog!!!

Per ora vi dico solo che...

...sarà un SAL con la erre moscia...

...e adatto alla stagione che sta per cominciare


Repost 0
6 settembre 2009 7 06 /09 /settembre /2009 21:50
Ricamo fatto per il 3° mini-SAL del gruppo Yahoo Lizzikettando, che aveva come tema LHN:


Questa volta sono in anticipo, visto che la scadenza è per il 15 ottobre. In effetti il ricamo è piccolino, ma adorabile, come tutti i LHN E, come la maggior parte dei miei ricami, diventerà un quadretto, che io vorrei appendere in cucina, mi sembra adatto, mio marito invece storce il naso: a chi date ragione? E se non lo metto in cucina, in quale altro ambiente lo potrei appendere? Perchè Fabio, al solito, smonta, ma non propone

E oggi ha anche sulla coscienza la distruzione di ogni mio singolo muscolo!! Approfittando della ripresa dei turni di chiusura domenicali (che vengono sempre sospesi durante il periodo delle ferie estive) mi ha proposto un giro sui monti alle spalle del nostro quartiere. Doveva essere un giro "tranquillo", non faticoso, invece alla fine la meta è stata Punta Martin:


Quota 1001 metri, che per gli stambecchi saranno una barzelletta, ma per le balene sono 1001 metri di puro sforzo!!

Però devo ammettere che valeva la pena arrivare fin sulla punta (ebbene sì, ce l'ho fatta!), per la pace, i colori, l'aria pura e - naturalmente - l'incredibile panorama, cui le foto non rendono giustizia, ma ve ne mostro lo stesso qualcuna

La vista del levante, chi è della zona riuscirà forse a riconoscere il promontorio di Portofino:


Del ponente:


Del nord:


Genova e il suo mare:


E il nostro quartiere, proprio sotto di noi:


Infine questo abete:


Le vedete le palline natalizie?


Repost 0
2 settembre 2009 3 02 /09 /settembre /2009 16:15

Un paio di partecipanti mi hanno fatto giustamente notare che sarebbe carino avere un luogo virtuale dove poter interagire al di là dei rispettivi blog, così ho deciso di andare a recuperare il gruppo che avevo aperto un paio di anni fa su Yahoo:  all'epoca avevo in mente di organizzare una cosa, ma poi avevo abbandonato sia l'idea che il gruppo

Ma è arrivato il momento di dargli un pò di vita:

cliccate

QUI

e iscrivetevi

Preciso: partecipare al RAT non obbliga all'iscrizione al gruppo! Chi non ha voglia e/o tempo per interagire con le altre, ma vuole ricamare e basta può benissimo farlo, nessuna se la prenderà!
Viceversa possono iscriversi al gruppo solo le persone che hanno deciso di partecipare al RAT di Halloween, motivo per cui l'iscrizione non è automatica, ma necessita della mia approvazione, quindi fatevi riconoscere con il link del vostro blog!!

Vi aspetto
Repost 0
30 agosto 2009 7 30 /08 /agosto /2009 17:15
Inizio mostrando le cose comprate durante le ferie. Questa volta non sono rimasta soddisfatta come nei due anni precedenti quando avevo trovato, sia nel Baden-Wurttemberg che in Baviera, parecchi negozi bio, tutti con il loro settore beauty dove avevo comprato tanti ottimi prodotti. Quest'anno, invece, ne ho incrociato soltanto uno minuscolo a Quedlinburg, dove però non ho comprato nulla perchè teneva solo Weleda, marca che trovo anche in Italia.
Comunque questo è stato il bottino della vacanza:


L'esfoliante viso della Braukmann, marca non bio di fascia medio-bassa (parlo del costo) che si trova facilmente nei grandi magazzini tedeschi. Nel 2007 a Friburgo lo avevo comprato per caso e l'ho ripreso sia l'anno scorso che adesso perchè è il miglior esfoliante mai provato! Poi il doccia-gel all'olio di oliva e al lime della Sante e il contorno occhi anti-età della Alterra, linea super-economica con inci discreti della Rossmann, una catena tedesca simile ai nostri Ipersoap, Acqua & Sapone, ecc...

Da Douglas ho preso questi due smalti:


Il primo è della Essie, marca americana (almeno credo) che non viene venduta in Italia e che pare produca i migliori smalti in assoluto perchè non si sbeccano Vedremo, ci credo poco   Quello viola è della (per me sconosciuta) Rival de Loop, marca berlinese, pagato meno di 3 euro e vale ancora meno Il colore è tanto carino, ma lo smalto si stende malissimo e si rovina subito, farà presto una brutta fine...

L'ultimissimo acquisto della vacanza fatto all'aeroporto di Monaco è stata questa palette di 8 ombretti di Clinique:


C'erano tantissime confezioni di molte marche fatte in esclusiva per i grandi duty-free, principalmente rossetti e gloss, ovviamente non mi serviva nulla in particolare, ma volevo prendere almeno una cosa, ci ho messo un sacco a decidere - complici le due ore e mezza di tempo per lo scalo - e alla fine ho scelto bene, le polveri Clinique mi sono sempre piaciute molto e questi ombretti non fanno eccezione 

Tornata in Italia ho subito accontentato la mia amica Chiara che bramava un ordine comune a Cockail Cosmetics, bel sito inglese con ottimi prezzi dove è possibile, tra l'altro, trovare prodotti di passate collezioni ad edizione limitata.

Lei ha preso tante belle cose, io mi sono limitata a sei pezzi

Innanzi tutto, MAC:


La matita labbra BBQ, un pò scura, ma bella; il mini-pigmento Forest Green, stupendo, soprattutto se usato come eye-liner; l'ancor più bello Paint Pot, colore Delft. Ne approfitto per segnalarvi questi Paint Pot, secondo me uno dei migliori prodotti di MAC! Definirli ombretti cremosi sarebbe estremamente riduttivo: possono essere usati da soli, come base per ombretti tradizionali, come eye liner... E durano tutto il giorno senza perdere intensità, resistendo a tutto, sudore, lacrime, acqua di mare, sole, ecc, una cosa meravigliosa Ne ho altri due, il Bare Study, un color champagne molto luminoso, e il Costructivist, il mio preferito, un bellissimo marrone leggermente bronzato.

Poi ho preso:


Il mio primo prodotto Bobbi Brown, marca americana che non viene distribuita in Italia Questo è il fard Blushed, un rosa pesca bellissimo, purtroppo decisamente scuro rispetto ai miei soliti colori!


NYX, altra marca americana non distribuita da noi Questa palette contiene 10 ombretti dalle notalità naturali, tutti molto morbidi e belli, pagata solo 8 sterline


E anche Urban Decay da noi non c'è Questo eye liner in gel è il pezzo forte del mese, assolutamente fantastico e mi piacerebbe trovare e prendere alcuni degli altri colori esistenti.

In erboristeria ho preso due cose di cui sono molto soddisfatta:


Il sapone di Aleppo della Nour, davvero ottimo e colgo l'occasione per ringraziare ancora Stefano per la sua gentilezza
E l'olio di sesamo della Farmaderbe, è anche alimentare, ma l'ho preso per gli impacchi pre-shampoo sui capelli.

E, infine, un altro smaltino Mavala:


Il numero 75, Miami, il simpaticissimo rosa Bubble Gum che vedete



Repost 0
28 agosto 2009 5 28 /08 /agosto /2009 13:30

Sono molto, molto contenta per le adesioni che ci sono già state e perchè, in generale, mi sembra che l'idea sia stata bene accolta A quelle cui il tema Halloween non è piaciuto dico di tornare a trovarmi a fine ottobre perchè, se sarà piacevole come spero, ci saranno altri RAT dopo questo

Intanto scrivo qui l'elenco delle partecipanti, che aggiornerò in caso di nuove adesioni:


Come già detto nel precedente post, la data di scadenza è il 25 ottobre, mentre ognuna può iniziare quando preferisce, subito o più in là, in base al proprio tempo, alla grandezza del ricamo scelto, ecc... Non essendoci una comune data di inizio, non pongo un limite di tempo alle adesioni, se l'idea vi piace e pensate di farcela sarete sempre le benvenute

Questa iniziativa è davvero semplicissima:

1) si sceglie il ricamo a tema
2) si esegue il ricamo
3) quando è finito - quindi anche prima del 25 ottobre - si posta la foto nel proprio blog
4) si avvisa la sottoscritta e, volendo, anche le altre partecipanti

Tutto qua, mi vergogno un pò per tanta banalità, ma almeno ho la mia preziosa data limite


Repost 0
27 agosto 2009 4 27 /08 /agosto /2009 17:12

A sorpresa, mi è piaciuto tantissimo!! C'è tanto football americano, sì, e le descrizioni delle partite sono, per forza, molto tecniche. Se non si conoscono le regole quelle pagine sono difficili da capire: più di una volta, pur conoscendo discretamente questo sport, ho dovuto chiedere chiarimenti a mio marito, che era felice come un bambino
Comunque non è necessario comprendere la dinamica delle azioni per poter apprezzare questo romanzo che, ovviamente, va ben oltre!
Grisham, come ne "Il broker", fornisce un'immagine dell'Italia piuttosto stereotipata, ma è stato bravissimo a descrivere la realtà del football americano qui da noi: uno sport considerato "minore" che riscuote ben misere attenzioni e di un livello mostruosamente inferiore rispetto al "vero" football, ma sicuramente praticato e seguito da veri appassionati.
Mi ha fatto ringiovanire riportandomi sulle gradinate del Lagaccio a seguire gli allenamenti di Fabio, le partite a Chiavari e una bollente giornata di luglio a Monza per il Super Bowl
Ho ritrovato tutte le sensazioni e quello spirito di squadra che ho vissuto attraverso mio marito e i suoi amici, i vari Marco, Sergio, Fish, ecc, che ancora oggi fanno capolino in edicola e, se non trovano lui, si mettono a parlare di football con me, come se fosse la stessa cosa
Dunque bello, bravo Grisham! Mi sembra quindi giusto proseguire con lui,  quindi adesso tocca a:

Repost 0
25 agosto 2009 2 25 /08 /agosto /2009 21:31
Lo sapevo che prima o poi ci sarei caduta, che avrei sentito la smania di lanciare un'iniziativa crocettosa anche dal mio blog

Poteva essere un SAL, uno swap, un RR, un BFC... Invece no, lancio il mio personalissimo:


R.A.T. cioè "Ricamiamo a Tema", un'idea veramente banale e per niente innovativa, che nasce da una mia tara: come tante amiche sanno, io rendo solo se ho una data di scadenza da rispettare Le silhouette di gatti ne sono un esempio lampante, mai visto ricamo più semplice e veloce, eppure l'ho iniziato esattamente un anno fa e sono solo a metà del quarto gattino E il ricamo mi piace, la tela ancora di più, questa storia non ha nulla a che vedere con la coppia di orsetti che ho abbandonato regalandoli, macchè... E' solo che, essendo un ricamo del tutto libero, finisco sempre col dedicargli solo i ritagli di tempo fra le tappe dei SAL

E' per questo che li amo così tanto, i SAL, mi forniscono le date di cui ho bisogno

Però tempo fa, parlando con qualche amica, si diceva che alla lunga diventa noioso ricamare tutte la stessa cosa: credo che "As seasons change" della Dimension sia appeso nelle case dell'80% delle crocettine italiane

Per cui nel RAT non c'è uno schema comune, ma solo un tema: ognuna ricama quello che vuole! E, ovviamente, c'è una data limite entro cui bisogna finire il proprio ricamo

Tanto per evitare equivoci: nel RAT nessuna spedisce niente a nessuna, non ci sono abbinamenti, nè altro: funziona proprio come nei SAL, chi partecipa si tiene il suo ricamo!

Ma veniamo al sodo: se vi va di partecipare non dovete fare altro che aderire lasciando un commento a questo post e naturalmente parlarne sul vostro blog. Sarei contenta se usaste la clipart con i topini, se preferite ho fatto anche la versione più piccola:


Quindi non vi resta che scegliere il ricamo con cui volete partecipare e mettervi all'opera, ma attenzione: dovete mantenere segreta la vostra scelta fino al termine del ricamo!!
Questo solo per creare un pò di sorpresa e di attesa

Ed ecco il tema di questo 1° RAT:

Halloween


Il ricamo va finito entro il
25 ottobre

Dai, mi fate compagnia?
Repost 0
23 agosto 2009 7 23 /08 /agosto /2009 21:08
Un ricamo veramente sudato!!


A casa crocetto quasi sempre stando seduta sul divano, raramente mi sposto in cucina, cosa che ho dovuto fare questa volta in modo da poter appoggiare la tela cascante sul tavolo e non averla addosso!!

So di dire una cosa molto impopolare, ma odio questa stagione
Per quanto mi sforzi di tenere conto anche degli aspetti positivi, ne trovo proprio pochi, il più grosso sono - naturalmente - le ferie, ma adesso che sono finite questo pro perde valore
E con la stessa intensità con cui odio l'estate, amo l'autunno e l'inverno, così in queste giornate bollenti ho voglia di lana morbida, di calze colorate, di infusi aromatizzati al caramello e di avvolgermi nel plaid scozzese mentre ricamo Magari sembra un paradosso sognare cose calde con queste temperature, ma va colta la differenza fra caldo afoso e calduccio da tepore


Repost 0
21 agosto 2009 5 21 /08 /agosto /2009 15:32
...nè di novembre, nè di dicembre, ecco cos'ho ricevuto due giorni fa:


L'autrice di questo bellissimo pannello, nonchè grandissima sorpresa, è Laura: ancora grazie di cuore, proprio non me l'aspettavo!


Un saluto anche da Gastone, molto provato dal caldo:


Il sonno di Gippi, invece, non conosce stagioni


PS: il 25 novembre è il giorno del mio compleanno
Repost 0
16 agosto 2009 7 16 /08 /agosto /2009 14:30
Avere tutto il tempo libero che si vuole!! Per noi, che nelle restanti 49 settimane dell'anno abbiamo un solo giorno libero ogni 13 consecutivi di lavoro, è come vincere uno scudetto
E, fra le altre cose, ne beneficia anche la lettura

In rigoroso ordine, ecco cos'ho letto durante le vacanze:


Bello, mi è piaciuto molto: un thriller, anzi, un legal-thriller, in perfetto stile Mary Higgins Clark, quindi con un bel pò di romanticismo che forse penalizza la credibilità, comunque un buon romanzo, piacevole e scorrevole.


Adoro Sophie Kinsella!!! Adoro Backy, la protagonista della maggior parte dei suoi libri! Qui non c'è, ma ho provato altrettanta simpatia per Lexi. Il solito umorismo della Kinsella, questa volta con un pizzico di serietà in più.


Altro libro-cagatina, che mi ha abbastanza delusa: autobiografia di questa Valerie Frankel che parla della sua ossessione per il peso, per le diete, ecc... Credevo che mi ci sarei ritrovata, invece no, principalmente perchè una persona che parla di 7, massimo 10 chili di troppo mi fa sorridere Poi perchè, fortunatamente, non abbiamo proprio nulla in comune!!


Adoro anche Margherita Oggero! Un pò meno la sua Camilla Baudino. Dai suoi romanzi e dai suoi racconti sono tratte le vicende della fiction "Provaci ancora prof (1-2-3)", con Veronica Pivetti, che mi è molto più simpatica della Baudino cartacea. Inutile dirlo, i libri sono più belli della serie, non c'è proprio paragone a partire dall'impronta degli uni e dell'altra. Una cosa che poi mi secca è che il telefilm sia ambientato a Roma e non a Torino, come i romanzi. Evviva Roma, niente da dire, non è lei che discuto, ma il cambiamento. Immagino che sia più comodo lavorare nella capitale dove, sicuramente, abita la maggior parte degli attori, produttori, ecc, ok, però è un peccato e poi Torino, così bella, elegante e misteriosa, è perfetta per questo genere di storie, che nei libri sono decisamente più noir, senza contare il pregio dell'ovvia assenza di quella ridicola musichetta  Per contro, però, la trasposizione cinematografica o televisiva permette di dare un volto ai protagonisti a chi, come me, non ha mai avuto molta fantasia in questo senso e quindi diventa piacevole immaginare Gaetano Berardi con la bella faccia di Conticini


E ora mi faccio coraggio e affronto questo professionista di Grisham, di cui sto rimandando la lettura da ben due anni. Lui è un altro dei miei scrittori preferiti e mi piace anche quando abbandona il suo solito genere legal-thriller: ho amato molto "La casa dipinta" e ho riso con "Fuga dal Natale", ma qui - come ne "L'allenatore" - al centro della storia c'è il football americano... So che molte pagine sono dedicate alla cronaca delle partite, incomprensibili per chi non conosce questo sport. Da questo punto di vista sono a posto avendo sposato un ex giocatore di football, ma è proprio per questo - dovendomi sorbire la palla ovale ogni due per tre - che ne farei volentieri a meno
Ma siccome sono precisina e leggo i libri seguendo l'ordine cronologico in cui sono stati scritti, e di Grisham ne ho accumulato ben altri due, questa volta mi sono decisa, pur sapendo che ci farò capodanno

Repost 0

Etichette