Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Archivio

1 settembre 2011 4 01 /09 /settembre /2011 12:10

fiori05Il mio vasetto il 26 luglio era così:

 

08a

 

E adesso è così:

 

09.JPG

 

Ora che i fili sono tanti mi sembra che l'accumulo si noti meno...


La modella di oggi è un'orsetta tedesca prodotta nel Saarland dalla Buy Best, ma che io avevo preso sul Titisee durante le ferie del 2007 a Friburgo e nella Foresta Nera. Nessuno le ha dato un nome, nè il produttore, nè la sottoscritta Non mi ha mai fatto impazzire, ma all'epoca ci tenevo ad avere un orsetto per ogni vacanza, così alla fine mi ero accontentata prendendo questa. 

Adesso, invece, voglio il colpo di fulmine che quest'anno non c'è stato, per cui niente orsetto/a 2011

bacio01

Repost 0
30 agosto 2011 2 30 /08 /agosto /2011 14:15

009.gif

 

Anche quest'anno in Germania ho comprato parecchie cose: diversi capi di abbigliamento, due paia di Saibel (le scarpe più comode del mondo!!!), una Longchamp (ok, è francese, ma a Genova non le vende nessuno ) e, naturalmente, diverse cosucce beauty

 

077

 

Due creme corpo della Anne Lind, sotto marca della Annemarie Borlind. Le avevo già prese nel 2007 a Friburgo, stesse profumazioni, vaniglia e latte & miele, buonissime!!

 

079

 

Della Alverde, marca esclusiva del DM, ho (ri)preso la crema mani e il burro cacao alla calendula, che l'anno scorso ho adorato, e il burro per i piedi al pino e burro di Shorea. Questo burro è una cosa meravigliosa, nel profumo, nella consistenza e nella resa, sono pentitissima di non aver fatto una scorta annuale!!

 

083

 

Sempre della Alverde, fondotinta minerale nella colorazione 02 natural, gloss 11 Shiny Terra e rossetto 55 Rosy Caramel: il fondo è ancora intonso, il gloss è mediocre, il rossetto ha una durata sulle labbra incredibile, ore e ore, parlando, bevendo e mangiando! Per contro, però, secca tremendamente le labbra 

 

082

 

Al DM ho preso anche un altro "preziosissimo" portarossetti

 

081

 

Della Alterra, marca esclusiva di Rossmann, ho preso solo due cose, la crema colorata nella tonalità 02 medium e il burro di cacao colorato 03 Bronze & Shine: crema intonsa e burro cacao carino, ha il difetto di fare l'odiosa righina 

 

078

 

Della Terra Naturi, marca esclusiva di Muller, ho preso il balsamo corpo al burro di cacao e vaniglia, la crema mani alla mandorla e al miele e il contorno occhi al mirtillo e burro di karitè. Non conoscevo questa marca, come le due precedenti è certificata BDIH e ha prezzi ridicoli!

 

A Miltenberg c'era un delizioso negozio bio della catena Bioladen dove ho preso tre profumatissime saponette, legno di sandalo, lavanda e mandorla:

 

076

 

Altri smalti della P2, peccato che da noi non ci siano, costano solo 1.55 euro e sono eccezionali!!

 

080

 

Della linea Last Forever 070 Charming Secret e 050 Get Together, e della linea Color Victim (che preferisco) 610 Groovy, 530 Charming e 580 Funky.

 

Quest'anno ho preso anche alcune cosine della Manhattan:

 

084

 

Gli ombretti 95R Mat Maroon e 78X Mat Petrol, il blush 39D Apricot e due gloss della linea Cherry Pie, il 61D e il 52D. Detesto i gloss in tubetto, ma nei blog tedeschi che seguo avevo visto che questi hanno l'applicatore a bastoncino con spugnetta. Sono molto carini, così come gli ombretti, mentre il blush ha una scarsa scrivenza.

 

Due ombrettini anche della MNY:

 

085

 

Il 741 e il 742... aspettando di trovare questa marca anche a Genova!

 

Infine, come l'anno scorso, un acquistino Bobbi Brown all'aeroporto di Monaco:

 

086

 

Questa volta la scelta è caduta sull'eyeliner in gel colore Black Mauve.

 

Ho resistito davanti ai tanti espositori tedeschi di Essence in cui mi sono imbattuta perchè non volevo comprare cose che avrei trovato anche da noi, e infatti appena rientrata ho preso tre cose della collezione 50' Girls, lo smalto 01 You're a Heartbreaker e le matite occhi 01 (stesso nome dello smalto) e 03 Love me tender:

 

087.JPG

 

Lo smalto è veramente bello e valido, invece le matite sono dure e sarebbe ora che mi decidessi a non comprare più matite occhi di questa marca, di tante che ne ho prese mi trovo bene solo con una!

 

Da Kiko, a sorpresa, ho trovato già la collezione autunnale, Chic Chalet, di cui mi piacciono diverse cosette, ma visto che appena esce una nuova collezione limitata scontano quella precedente, per ora ho fatto solo tre acquisti, due eyeliner metallique, lo 03 Electric Purple e lo 06 Eild Forest, più un hyper gloss stylo, lo 06 Rose Silk:

 

090.JPG

 

Come dicevo, nuova collezione -> vecchia in saldo Così della Coral Bay ho finalmente preso tre cose che avevo puntato da tempo, due sun bronzing trio, lo 02 Highlighting Corla e lo 04 Delightful Rose, più l'illuminante in stick 02 Light Silk:

 

088.JPG

 

Il discorso fatto per le matite occhi di Essence dovrei applicarlo anche a blush e illuminanti di Kiko, ogni volta resto abbastanza delusa dalla resa, sono prodotti polverosi, con pigmentazioni spesso eccessive, ma che tendono a sparire in fretta dal viso


Poi ho approfittato degli ombretti in offerta a 3 euro per prenderne due che avevo in wish list da mesi, il 119 noce moscata e il 116 verde foresta, entrambi perlati:

 

089.JPG

 

A questo punto è arrivato il grande caldo, per giorni e giorni la mia vita è stata casa-lavoro, lavoro-casa! Solo una volta ho osato spingermi fino da Acqua & Sapone perchè ero rimasta senza latte detergente:

 

091.JPG

 

La scelta è caduta sul latte all'aloe vera della nuova (mini)linea bio della Garnier che ero ansiosa di provare, nonostante in rete non abbia letto ottimi giudizi. E ho preso anche il docciaschiuma all'estratto di avena de L'angelica.

 

Non so se lo noterete, ma questo mese niente MAC L'unica volta che sono andata in centro sono passata solo a salutare, ma ho già prenotato sei cosucce della nuova collezione MAC Me Over

 

018.gif

Repost 0
29 agosto 2011 1 29 /08 /agosto /2011 11:04

coucou16

 

Un altro SAL finito 

 

aprilshowers4.JPG

Se non sbaglio, è il mio primo ricamo della Country Cottage Needleworks, ce ne sono tanti altri che vorrei fare, ma devo dire che il risultato di questo non mi soddisfa completamente. Mea culpa, ho usato colori troppo accesi perdendo in eleganza rispetto all'originale...


aprilshowers 

 

...e poi quei due fiorellini stitici di fianco a "flowers" proprio non mi vanno giù 

 

Grazie a Manuela (l'organizzatrice del SAL) e alle compagne di avventura  

felicegiornata01

Repost 0
27 agosto 2011 6 27 /08 /agosto /2011 17:30

hello30-copia-1.gif

 

Oggi finalmente si respira!! Al risveglio mi sono ritrovata sotto a una delle peggiori cappe di umidità che io ricordi, mi veniva da piangere Una volta in edicola, grazie ai due ventilatori, stavo molto meglio e solo al momento di chiudere mi sono accorta che nell'arco della mattinata l'aria era cambiata! Il termometro di casa mi dice che in realtà la temperatura è calata solo di due gradi scarsi, ma c'è un abisso rispetto a prima e spero proprio che per il 2011 si possa archiviare la questione afa

 

Il sollievo mi ha fatto tornare la voglia di crocettare un pò anche di pomeriggio, così ho finito l'ottava tappa del mio ricamo in solitaria dell'anno:

 

nondunoiseau8a.JPG

 

Credo sia la porzione più piccola di tutte, ecco perchè ho fatto presto

 

nondunoiseau8b.JPG

 

Mi piace davvero molto e sono contenta di averlo scelto come ricamo a tappe perchè in blocco i monocolore diventano pesanti, così invece è un piacere


buonadomenica03.gif

Repost 0
25 agosto 2011 4 25 /08 /agosto /2011 15:27

buongiorno32.jpg

 

Con la visione delle foto mi sono praticamente arenata: il computer emana troppo calore, appena posso scappo lontano da lui!! E la poltrona mi fa cuocere il lato B ma lì sopporto e continuo a crocettare!

 

Ecco la sesta tappa del SAL organizzato da Francesca e da Bruna:

 

douceurdevivre06.JPG

 

Un'altra bella casettina

Lo schema prevede di ricamare anche un cuoricino rosa alla destra del tetto, ma dopo averci pensato un pò ho preferito non farlo, mi sarebbe piaciuto un altro corvetto, ma un cuore piazzato a caso nel cielo mi sembra senza senso...

La mia indole poco romantica emerge come può

 

mare01.gif

Repost 0
24 agosto 2011 3 24 /08 /agosto /2011 15:34

coccinelle01

 

Questa volta partecipo, e quindi vi segnalo, al candy-blog di Laura:

 

012.jpg

 

Quanta bella aida, sembra fatto apposta per me questo candy Laura ha avuto davvero una bella idea, da copiare

 

apresto03

Repost 0
23 agosto 2011 2 23 /08 /agosto /2011 19:07

shopping2

matassine1.gif

 

Ordine trimestrale a Casa Cenina: questa volta sono stati super-veloci, ordine fatto nel tardo pomeriggio di giovedì e lunedì era tutto già nelle mie manine

 

26

 

Aida: un bel pezzo della 64 color bianco antico della Zweigart che mi servirà per un prossimo SAL e un pezzo della 55 marmorizzata in azzurro della DMC. Peccato che non la facciano anche più piccola, ma questa tela ha delle sfumature bellissime e preferisco averne sempre un pò in casa

 

Sopra alle tele quattro filati sfumati, che mi serviranno per un altro prossimo SAL, e sotto due schemini comprati d'impulso: dovevo mettere altro nel carrello per arrivare a non pagare le spese di spedizione (ho preso altre cose oltre a quelle che vedete, ma saranno regali, quindi non sono mostrabili ) e mi sono lasciata conquistare da corvi e pecorelle!

 

Meritano di essere visti meglio:

 

28

 

Christmas Crow Sheep Star...

 

27

 

...e Spring Sheep Alphabet, entrambi della Carousel Charts. Li trovo adorabili, vorrei tanto avere il tempo per ricamarli subito!!


buonasera05

Repost 0
22 agosto 2011 1 22 /08 /agosto /2011 16:10

hello27

 

Odio l'estate! Odio l'estate!! Odio l'estate!!!

Sono talmente spossata da non riuscire neppure a replicare a chi mi dice: "Ma dai, non c'è mai stato un luglio brutto come quest'anno, lasciami almeno un pò di caldo..."

Anche perchè (secondo me non per caso ) a dirmelo sono sempre persone che hanno l'aria condizionata in casa, in macchina e in ufficio! Sempre che lavorino, visto che spesso si tratta di gente che viene in edicola al ritorno dalla spiaggia! Ma vaff, va

 

E Genova in questi giorni è spesso la città più fresca d'Italia Qua, soprattutto oggi, l'aria è così spessa che sembra di muoversi in mezzo alla gelatina... non oso immaginare come sia altrove...

 

Ma bisogna resistere e se riesco a lavorare, sia in negozio che a casa, posso anche crocettare, almeno sudo facendo una cosa che mi piace!

Però si va a rilento: ho deciso di accantonare momentaneamente la quarta tappa del "The family sampler" perchè comunque sono già in ritardo (la tappa scadeva il 15) e sono indietro (però, Paaaaaa, ho finito il tetto )!

Procedendo con quel SAL ritarderei anche con tutti quelli che scadono a fine mese, così ho pensato di dare un pò di spazio anche a loro. In verità su questa decisione ha influito moltissimo il fatto che la tela del Family è la più grande: io ricamo in poltrona e della "copertina" di aida in questo periodo se ne può fare anche a meno

 

Così ieri sera ho preso in mano il mio SAL più veloce e oggi dopo pranzo l'ho finito:

 

springalphabet05.JPG

 

Questa riga è venuta un pò chiara rispetto alle altre, così ho deciso di fare la chiave scurissima e il cuore bello carico: DMC 3799 e un rosso sfumato molto intenso, anche se in foto non si nota, ma questo modulo spicca rispetto agli altri e mi piace

adomani03 

Repost 0
21 agosto 2011 7 21 /08 /agosto /2011 15:50

libri07.gif

 

Il post delle vacanze quest'anno va terribilmente a rilento: devo ancora visionare 11 cartelle di fotografie su 16, ma con questo caldo assurdo la voglia di stare al pc è davvero poca e cartelle con anche più di 700 foto da selezionare sono piuttosto scoraggianti, penso mi capirete...

 

E così mi stavo dimenticando dei libri letti durante le ferie

 

07

"Mansfield Park", cioè il quarto libro che leggo in compagnia del GdL Brice's House e per me il secondo della Austen.

In verità l'ho finito la sera prima della partenza per la Germania e, a sorpresa, l'ho preferito a "Orgoglio e pregiudizio", forse perchè prima di leggere quest'ultimo avevo visto la mini-serie TV e conoscevo quindi la storia e la fine. A questo proposito anche la lettura di "Mansfield Park" mi è stata in parte rovinata da Ornella De Zordo, autrice della prefazione nella versione in mio possesso (quella della foto), scritta dando forse per scontato che chiunque l'avesse letta conoscesse già il romanzo e dimenticando che c'è una prima volta per tutto! Rendendomi conto di quanto le sue parole fossero rivelatrici mi sono interrotta, riprendendola dopo aver finito il libro, ma purtroppo non in tempo per non leggere il finale della vicenda! Trovo assurdo che una  prefazione sia il riassunto, per altro dettagliato, della storia

Inoltre non mi sono ritrovata in quasi nessuno dei suoi commenti. Ad esempio di Fanny dice: "In teoria dovrebbe suscitare la simpatia che è sempre dovuta all'eroina ecc... in pratica però con tutta la buona volontà non riusciamo proprio ad amarla, a prendere le sue difese o a identificarci con lei". Ma insomma: io ben difficilmente mi innamoro di un personaggio e ce ne vuole perchè un libro riesca ad appassionarmi al punto da farmi diventare paladina di qualcuno, e sinceramente dubito che mi potrà mai succedere con la Austen, però quel parlare in prima persona plurale mi disturba ancora adesso a quasi un mese di distanza! Fanny, fortunatamente, mi è lontanissima in tutto, ma non l'ho trovata nè antipatica, nè falsa, mi ha spesso fatto una gran pena, al contrario di Mary che, per la De Zardo, sarebbe il personaggio migliore!

 

Comunque il libro, pur essendomi pesato un poco perchè lontano dal mio genere, mi è anche piaciuto e in certi momenti mi ha presa. Resto dell'idea che avevo anche dopo "Orgoglio e pregiudizio", cioè che la Austen sia sopravvalutata. Spesso mi sembra che i critici leggano fra le righe più cose di quante lei avesse voluto intendere

Ovviamente chi non è d'accordo con questo dirà che sono io a non saper interpretare e, fra le due, è la cosa più probabile, ma resta il fatto che non trovo neanche in "Mansfield Park" una critica alle condizioni della donna dell'epoca. A me sembra che le descriva e basta e, siccome l'autrice narra del suo contesto sociale, e conoscendo poi  le condizioni di vita misere e infelici del grosso della popolazione europea, leggere come questi fancazzisti trascorrevano le loro esistenze nell'agio e nell'ozio mi fa ribollire di rabbia! I capitoli dedicati all'allestimento teatrale, tanto per dirne una, mi hanno portata a "GeneGnocchizzarmi" ogni tre per due facendomi sbottare nel suo famoso: "Va a lavura, barbun"!!

 

Ovviamente è lo stesso fastidio che provo per i vari Lapi e Filiberti, cazzoni dei nostri giorni

 

08.jpg

 

Sui libri della Kinsella c'è poco da dire: letto uno, letti tutti, a maggior ragione questi del ciclo "I love shopping" che vedono la vita della protagonista andare avanti, ma che sono similissimi fra loro. Però a me piacciono e divertono, anche nei passaggi in cui trovo Blacky altamente irritante (ma mai quanto la sua figlioletta con quel: "Miiiiiio!" ), per cui sono stata molto contenta quando poco prima di partire ho trovato la versione economica di questo romanzo uscito l'anno scorso (la chick lit mi piace e per me la Kinsella è imbattibile nel suo genere, ma il prezzo del rilegato mi sembra davvero eccessivo ) ed è diventato subito il libro da portare in aereo.

 

So che questo nuovo capitolo non era stato ben accolto dalle fans, mentre io l'ho trovato sullo stesso livello degli altri. Forse tante lettrici si sono annoiate per quello che dicevo prima

 

09.jpg

 

Thomas Harris e John Grisham hanno spopolato, specialmente in Italia, dopo il successo dei film tratti dai loro romanzi, ma una cosa di cui mi faccio sempre vanto (si fa quel che si può ) è di aver scoperto entrambi ben prima che diventassero di moda. Da ragazza vivevo di pane e legal (e medical) thriller, se poi c'era di mezzo un serial killer era festa grossa. Così ero incappata in Harris e nel suo "Drago rosso", proprio nella prima edizione italiana intitolata dalla Mondadori "Il delitto della terza luna" (ma perchè cambiano i titoli a libri e film?!?): mi era piaciuto da impazzire! 


Bellissimo, ma di tutt'altro genere, anche il primo romanzo dell'autore, "Black sunday".

Poi Harris ha spolpato il più possibile il suo protagonista più famoso: "Hannibal" mi era andato di traverso, il classico esempio de "il troppo storpia", così quando è uscito "Hannibal Lecter, le origini del male", prima l'ho aspettato in versione economica e poi gli ho fatto prendere qualche anno di polvere in libreria. Ammetto di averlo portato in vacanza solo per via dei tre etti scarsi di peso della mia versione! Invece mi è piaciuto tanto! Racconta dell'infanzia e dell'adolescenza di Hannibal, prima in Lituania e poi in Francia, e anche in questo caso so che il libro non era stato ben accolto. Certo sarà rimasto deluso chi si aspettava una storia da seria-killer, ma Hannibal non è nato tale e qui viegono raccontate le circostanze per cui lo è diventato. Quindi abbiamo una storia di pura fantasia inserita in un contesto storico fin troppo reale e molto bene descritto.

 

10.jpg

 

Questo libro ha attirato la mia attenzione per il titolo, "Breve storia dei trattori in lingua ucraina", grande trovata dell'autrice ;-)
Alla Fnac era inserito fra i romanzi leggeri e infatti quello è: racconta di un anziano ucraino emigrato in Inghilterra da oltre cinquantanni che dopo due anni di vedovanza decide di sposare una florida ucraina molto più giovane delle sue due figlie per aiutarla a ottenere la cittadinanza. Il telaio della storia è questo, ma le parti importanti sono i ricordi di questa famiglia rivangati e messi insieme dalla figlia più giovane, nata dopo la fine della guerra e quindi all'oscuro di esperienze dirette e di molti passaggi, ma desiderosa di conoscere la verità. E così, dopo quella lituana, mi sono ritrovata per caso a leggere di un popolo che ha subito prima l'occupazione tedesca e poi quella russa: un libro leggero, divertente, ma che fa riflettere chi ha voglia di ricordare come per fame e per paura un tempo si scappasse anche dall'Italia e che quindi è solo una questione di fortuna esserci nati "adesso": io ho parenti anche in Australia, voi li avete tutti sotto casa?

 

Oltre a questo il vecchietto, che oltre alla giovane moglie è alle prese anche con la stesura del suo trattato sui trattori (ecco spiegato il titolo ), fa una tenerezza infinita, ad esempio per come va fiero della sua ricetta "mele toshiba": tagli le mele a pezzi, le cospargi di zucchero e le fai andare nel microonde alla massima velocità, ovviamente un Toshiba

 

11.jpg

 

Infine questo, "La parigina, guida allo chic": ne parlo, anche se non è un libro vero e proprio. Le pagine hanno questa struttura:

 

parigina.jpeg

Quindi alla fin fine da leggere non c'è moltissimo, nonostante la mole del volume. Secondo me ha un prezzo esorbitante per quello che vale: 25 euro, per fortuna su Amazon l'ho trovato a meno di 18, che sono comunque tanti! L'idea è simpatica e trovo che possa essere anche valido per chi riconosce alle parigine un'allure particolare (io sì), però avrei gradito un maggior numero di consigli di stile, mentre gran parte del libro riguarda indirizzi utili parigini. Ecco, di sicuro può essere un'ottima guida allo shopping in loco, a patto di avere molti, molti soldi!

 

Oggi avevo voglia di scrivere, portate pazienza

 

 

 

libri01.gif

Repost 0
17 agosto 2011 3 17 /08 /agosto /2011 16:12

coppiavaso.gif

Facendo due conti sulla mia tabella di marcia crocettosa, la situazione è abbastanza tragica

E infatti quella che posto adesso è la tappa di luglio del mio ricamo Vautier in solitaria!


Ecco qua il micetto:

 

nondunoiseau7a.JPG

 

Ed ecco una visione di insieme:

 

nondunoiseau7b.JPG

 

Delle scadenze di luglio mi è rimasta in sospesa l'ultima tappa del SAL JJ: in Germania sono riuscita a ricamare solo in due occasioni e solo per breve tempo, quindi l'avanzamento è stato davvero misero e ora quel ricamo rischia seriamente di diventare un ufo, visto che ormai mi sembra più logico dare la precedenza alle scadenze ancora "vive"...

Ma non sarà un ufo eterno perchè quel ricamo mi piace troppo! Serena, la mia compagna di SAL, è stata puntualissima e nel suo blog trovate la foto del suo ricamo finito

 

Agosto: la quarta tappa del SAL "The family sampler" è scaduta il 15 e io sono ancora in alto mare, con l'insopportabile caldo di questi giorni e la grandezza di quella tela mi servirà ancora parecchio per finirla

 

Ed entro il 31 dovrò iniziare e finire le tappe degli altri tre SAL in corso, più l'ottava tappa dei gatti Vautier

 

E a settembre mi partono altri due SAL

 

A proposito di micetti, due foto fresche di giornata del tenero cugino Lancillotto, più bello non si può

 

Lancillotto06.JPG

 

cuoricini01

 

Lancillotto07.JPG

bacio03

 

Repost 0

Etichette