Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Archivio

28 settembre 2011 3 28 /09 /settembre /2011 15:40

egiaautunno01.gif

 

Posto oggi perchè con questo SAL bisogna aspettare il 28 del mese per farlo, ma in realtà sono giorni che ho finito e ciò vuol dire che questo mese ho terminato tutte le mie scadenze con netto anticipo  


Se almeno questo avvenimento portasse un pò di pioggia...


Comunque ecco la mia piastrellina...

 

douceurdevivre07a.JPG

 

...e la veduta di insieme:

 

douceurdevivre07b.JPG

 

Manca davvero pochissimo alla fine e sono molto soddisfatta, Francesca e Bruna hanno fatto un'ottima scelta e questo di certo non sarà il solo Jardin Privé a finire sulle pareti di casa mia 

gioia01.gif

Repost 0
27 settembre 2011 2 27 /09 /settembre /2011 15:40

beauty10.gif

 

Il primo del mese ero già da MAC per l'arrivo della collezione Me Over di cui ho preso tre dei quattro fluidline disponibili (il quarto lo avevo già ):

 

093

 

Ho fatto decine di foto senza riuscire a catturare la beltà dei colori, comunque dall'alto abbiamo: Avenue, nero con pagliuzze dorate, Midnight Blues, ovviamente un blu, e Dark Envy, l'unico colore che un pò si percepisce, quindi il bellissimo verdone che vedete

 

094.JPG

 

E poi gli ombretti Carbonized e Moleskin: il primo mi aveva conquistata già su web, mentre al secondo non avrei dato due centesimi! Anche dalla mia foto sembra banalissimo, invece è sì un colore neutro, ma splendido!

 

In una seconda occasione, invece, ho trovato i nuovi prodotti a lunga durata della linea Styledriven: diversi rossetti e diversi gloss, tutti molto coprenti e che quindi non mi interessano, e quindici ombretti. Per ora ho preso Hot Paprika:

 

102.JPG

 

Dalla cialda sembra molto rosso, ma una volta applicato si rivela un bellissimo arancione bruciato, molto portabile Questi nuovi prodotti entrano a far parte della collezione permanente, quindi un pò per volta comprerò gli altri sei colori che mi interessano, tutti quelli che vanno dal beige al marrone scuro, sono bellissimi!

 

Altri ombretti stu-pen-dis-si-mi sono questi:

 

098.JPG

 

Le nuove palette di Guerlain: sono tutte bellissime e non escludo in futuro di prenderne ancora un paio (per fortuna non si tratta di edizioni limitate), ma queste hanno proprio i colori che preferisco Sono la 04 Les bois de rose e la 06 Les fumés.

 

Questo mese un solo acquisto da Kiko:

 

101.JPG

 

La base per mascara: purtroppo ho finito l'analogo prodotto di Dior comprato a gennaio e vista la notevole differenza di prezzo, prima di ricomprarlo valeva la pena provare questo di Kiko: come buttare via 3 euro e 90 centesimi! Non è del tutto pessimo, ad esempio non ingessa le ciglia (come faceva la base della L'Oreal che ho avuto anni fa), il difetto più comune per questo tipo di prodotto. Il problema è che fa proprio poco, fra il mettere e il non mettere questa base la differenza è minima se non addirittura nulla

La base di Dior, oltre a lasciare le ciglia morbide morbide, fa tutto quello che deve fare: allunga, volumizza e separa! Dopo aver usata non non riesco proprio ad accontentarmi di quella di Kiko, non c'è paragone!

 

Skin care: avevo bisogno di due punti per arrivare a prendere il premio che mi interessava della raccolta di Bottega Verde...

 

 

092.JPG

 

...così ho sfruttato uno dei tanti buoni sconto del 50% per prendere il latte detergente per pelli secche (lo stesso odioso flacone di quello per pelli sensibili ) e ho avuto in omaggio la nuova crema corpo Riso venere da 250 ml, che ha un profumo favoloso, mi ricorda moltissimo l'olio delle coccole della Nature's

 

In un'altra occasione, invece, ho preso tre prodotti scontati del 70%:

 

096.JPG

 

Il latte detergente della linea Retinolo Bio Plus di cui ho letto un gran bene nel web, la mia solita crema talco per i piedi e il gel detergente alla rosa mosqueta, usato spesso in passato, ma erano anni che non lo compravo più.

 

 

Due prodotti di cui sono entusiasta sono questi:

 

097.JPG

 

Bagnodoccia della linea Ashra e bagnolatte all'avena, entrambi della Planter's. Non ho un gran rapporto con questa marca e mi spiace perchè è genovese, però non ho molta simpatia per i marchi erboristici che non fanno sforzi per diventare almeno un pò più verdi e questi due prodotti non fanno eccezioni, però avevo voglia di sperimentare nuove profumazioni sotto alla doccia e la Planter's dal punto di vista olfattivo si difende bene!

Il primo è speziato, con mirra, incenso, cardamomo, cannella, ecc; il secondo sa di bimbo

 

In farmacia un'altra acqua termale della Caudalie, questa volta nel formato da 100 ml:

 

100.JPG

Infine acquisti on-line.

 

095.JPG

 

Il gel Epoke: da mesi volevo provare un prodotto a base di bava di lumaca Dopo enormi discussioni con mio marito, alla fine ho agito, preferendo questo prodotto alla ben più famosa Elicina dopo aver trovato in rete questa comparazione, davvero ben fatta. Sto usando il prodotto da circa tre settimane, troppo poco per dare un giudizio. Per ora posso solo dire che l'effetto sulla pelle dopo averlo stesso è identico a quello del mio amato siero di Bottega Verde e che l'unica macchietta post brufolo che ho non è mai stata così arrossata 

 

Poi mi sono aggregata all'ordine di Chiara su Aroma-Zone.Su questo sito francese è possibile reperire tutti gli ingredienti per la cosmesi fai-da-te, ma io come spignattatrice sono poca cosa anche nel non commestibile Negli anni mi sono cimentata solo con le cose più banali, come scrub, detergenti, maschere viso, ma sono troppo pigra, preferisco i prodotti belli pronti

Per cui ho preso:

 

099.JPG

 

10 ml di olio essenziale di lavanda, gel doccia alla vaniglia (del Madagascar! ), crema doccia alla mandorla dolce, olio di cocco e quattro campioncini, tutti di gel doccia con altre profumazioni.

 

E, dulcis in fundo, gli smalti a cui avevo accennato nel post dello shopping a crocette, comprati sul sito inglese Beauty Bay:

 

103.JPG

 

Orly e Nubar sono due marche non vendute in Italia Studiando le immagini degli swatches grazie a Google sono riuscita a fare quattro ottime scelte! Da sinistra: Night Owl, Robo Romance, Sandstone e Twilight Kiss.

E ora ne vorrei altri, soprattutto della Nubar

beauty09.gif

Repost 0
25 settembre 2011 7 25 /09 /settembre /2011 18:30

12

 

Avevo visto questo libro durante i tre giorni passati a Ferrara due anni fa, ma avevo rimandato l'acquisto pensando che sarebbe stato più comodo comprarlo a Genova (noi viaggiamo sempre in treno) per poi accorgermi subito che trovarlo sarebbe stata un'impresa! Fnac, Feltrinelli, Mondadori, un altro paio di librerie locali: tanti due di picche e nessuno ha mai neppure voluto provare a farmelo avere Alla fine l'ho comprato on-line, ma anche lì ricerca e attesa sono state lunghe...

 

Ne valeva la pena? Sì e no.

 

Parisina, alias Laura Malatesta, nasce a Cesena nel 1404 e muore a Ferrara nel 1425. A soli 14 anni diventa la terza moglie di Nicolò III d'Este, che di anni ne ha 34. Oggi sarebbe un pedofilo, un giovane pedofilo. All'epoca no, ma credo che quei vent'anni di differenza rappresentassero un abisso ben maggiore rispetto a oggi, perchè la vita era molto più breve e perchè adesso siamo abituati ai 75enni che vanno con le minorenni, e lo fanno con fierezza, venendo anche ammirati da molti!

 

Credo anche che i vecchi di un tempo fossero molto più realistici dei nostri, cioè ben consapevoli di riuscire a infilarsi in quei giovani letti solo grazie alla posizione e al potere, mentre i nostri vecchi sono convinti che i soldi non siano poi così influenti, ma che loro siano ancora dotati di fascino e altro...

Certo, infatti tutti i metalmeccanici in pensione passano le serate con delle stra-gnocche

 

Comunque quando alla natura viene permesso di seguire l'istinto è normale che i giovani cerchino i giovani, così i coetanei Parisina e Ugo, figlio prediletto e illegittimo di Nicolò, si innamorano e non solo spiritualmente. La tresca va avanti per circa un anno, finchè vengono scoperti dal marito-padre e nell'arco di poche ore condannati e decapitati. Sentenza in linea con i tempi.

 

Il titolo completo del saggio è "Madama Parisina, la protagonista del peccaminoso scandalo estense nella storia e nella letteratura".

 

Abbiamo così un libro composto da due parti. A me ha interessato davvero solo la prima, 55 pagine, "La Parisina della storia", dove viene narrata la sua vicenda.

C'è poco da dire su di lei, all'indomani delle uccisioni Nicolò ordina di distruggere tutto ciò che la riguarda, documenti, oggetti, ritratti. Pare si sia salvata solo una placca di bronzo che raffigura i profili dei due amanti.

Però la sua storia ha tutti gli elementi per essere ricordata e nel corso dei secoli in molti hanno scritto di lei: nella seconda parte, un centinaio di pagine, vengono citate o raccontate dalle opere alle novelle ai semplici accenni dedicati a Parisina, da Leopardi a D'Annunzio, da Byron a Donizetti. C'è proprio tutto e alla lunga mi è risultato decisamente pesante!

 

Il libro ha anche due appendici. La prima riporta le opere maggiori: la novella di Matteo Bandello, il primo a scrivere di Parisina; quella di Antonfrancesco Grazzini; la poesia di Leopardi; la tragedia lirica di Felice Romani; la poesia di Carducci e quella di D'Annunzio.

Confesso di aver dato solo una scorsa a questa appendice: le novelle sono ovviamente scritte in un italiano troppo antico e difficile per me; come testi teatrali mi è bastato leggere "Casa di bambola" di Ibsen; e la poesia non solo non mi piace, ma mi irrita

 

Quindi sono arrivata in fretta alla seconda appendice, l'intervista impossibile fatta a Madama Parisina da una delle due autrici, Roberta Iotti. Da giovane ne avevo lette un paio, una fatta da Camilleri e una da Eco, e - no - non riesco proprio a cogliervi nessuna genialità, per me sono solo delle grandi boiate. Questa della Iotti, che porta Parisina a parlare di Lady Diana e della Monroe, più che mai Finire il libro con queste pagine mi ha fatto sentire un enorme plonk dentro.

 

gatto02

Repost 0
21 settembre 2011 3 21 /09 /settembre /2011 13:40

telaietto2

 

Nel tardo pomeriggio della domenica spesso e volentieri mi viene una voglia pazza di fare shopping on-line! Negli altri giorni capita di rado, un pò perchè le giornate sono più frenetiche, un pò perchè in rete c'è molto più via vai di amiche... Ma quando arriva l'ora in cui Fabio si piazza al suo pc per vedere il football americano, io comincio a cazzeggiare sul web e le manine prudono

Il più delle volte mi limito ad appagare la vista, ma ogni tanto è anche giusto che l'ordine ci scappi...

E due domeniche fa è scappato in Inghilterra, per ben due volte! Quattro smalti (che devo ancora ricevere) su un sito e tre telucce tinte a mano su un altro. L'altro in questione è Polstitches Designs e le telucce sono queste meraviglie:

 

29.jpg

 

30

 

31.jpg

 

Le prime due sono aida 64, la terza jobelan 28 e i nomi li ho impressi nelle immagini.

 

Lo scopo era quello di trovare un'aida giusta per un ricamo che mi aspetta nel 2012 e sono rimasta soddisfatta solo in parte perchè le sfumature sono bellissime, ma dalle foto on-line mi sembravano più adatte alle mie esigenze di quanto invece non siano Credo comunque che userò la Forrest Green... o faccio un altro ordine?

 

La jobelan l'ho aggiunta così, per puro shopping compulsivo, e ho fatto benissimo perchè è splendida, in questo caso le sfumature sono ancora più belle e ricche di quanto mi aspettassi!

amoricamare1

Repost 0
20 settembre 2011 2 20 /09 /settembre /2011 17:47

gastonefioccocoda.gif

Con due mesi di ritardo sono riuscita a riprendere in mano e quindi a finire il bellissimo micione della Jeremiah Junction, che era un SAL a due in coppia con Serena, altra crocettina super gattofila

 

Sono felice felice felice del risultato, eccolo qua:

 

spoiledrottencat3a.JPG

 

Questo e i gatti rossi della Vautier sono sicuramente i miei ricami preferiti del 2011, ma il JJ mi è particolarmente caro perchè erano anni che volevo ricamarlo! Appena lo avevo visto il pensiero era subito andato al mio bel Gastone...

 

Gastone03.jpg

 

...quel micio me lo ricorda tanto, e infatti gli ho dedicato il ricamo

 

spoiledrottencat3b.JPG

 

Sopra alla scritta ho applicato un adattissimo charm di Susan Clarke e sono soddisfattissima anche della tela usata, l'aida impressions a quadretti blu della DMC, che al momento del ricevimento mi aveva delusa (mi aspettavo un effetto più scozzese, invece sono proprio quadretti isolati), ma adesso penso di aver fatto una buona scelta per questo schema

 

Ho inserito il leaflet nel mio mercatino, ma se avete delle proposte di scambio da fare (originale per originale) ne sarei felicissima!

adomani04

Repost 0
18 settembre 2011 7 18 /09 /settembre /2011 13:50

pioggia12

 

Finalmente sembra essere arrivato il momento che aspettavo da... maggio: la fine del caldo   

Ok ok ok, tante saranno dispiaciute e lo capisco, ognuno ha la propria stagione del cuore, quindi permettetemi di gioire per l'arrivo della mia 

 

Intanto posso archiviare un'altra scadenza di settembre, ecco la nona tappa del mio ricamo in solitaria:

 

nondunoiseau9a.JPG

 

E la solita veduta d'insieme:

 

nondunoiseau9b.JPG

 

Ai cinque mici rossi di cotone mouliné risponde un rossino in carne e pelliccia:

 

Orazio16.JPG

 

Orazio...

 

Orazio15.JPG

 

...l'usurpatore della mia poltrona da ricamo! 

buonadomenica07 

Repost 0
15 settembre 2011 4 15 /09 /settembre /2011 19:52

coucou05.gif

 

Un post veloce veloce come questo SAL, ecco la sesta tappa:

 

springalphabet06.JPG

 

Ieri Chiara ha visto per la prima volta la tela commentando con un: "Dalle foto non sembra così gialla" e ha perfettamente ragione, questa tela è per me quello che i cigni sono per mio marito! Non riesco mai a fare una foto decente: questa tela, bella o brutta che sia, è senz'altro un tripudio di colori, ma tutti in foto appaiono scialbissimi e non so come mai Magari la prossima volta provo a fare delle scansioni...

 

Colori a parte, trovo che la R sia proprio cessa, come la M: e dire che normalmente queste sono due fra le lettere più belle nei sampler! Nella cornicetta della P ho fatto una modifica: lo schema prevedeva anche due foglie e un fruttino nell'angolo in basso a destra, ma dopo mezz'ora persa a studiare i possibili abbinamenti di colori fra i filati che sto usando e non trovandone neppure uno di mio gusto, ho tagliato la testa la povero toro! E va bene così perchè alla fine voglio usare alcuni dei bellissimi charms comprati da Elisabetta e un pò di spazio devo bene lasciarlo, no?!

 

SAL a quattro in compagnia di Francesca, Maria e Marilena

buonanotte05.gif

Repost 0
11 settembre 2011 7 11 /09 /settembre /2011 16:04

grazie08.gif

 

Innanzi tutto grazie grazie grazie per i tanti complimenti ricevuti sia nei commenti che privatamente per il precedente album delle vacanze! Mi hanno fatto tantooo piacere anche perchè nella vita quotidiana, soprattutto in edicola, non riesco a far capire quanto è bella la Germania, ma grazie al blog diventa facile perchè posso farlo vedere

 

Oggi però si torna alle crocette, finalmente una tappa di questo SAL finita senza affanno!!

 

familysampler05a.JPG

 

familysampler05b.JPG

 

E solita veduta di insieme:

 

familysampler05c.JPG

 

Un saluto anche dalla vecchia (19!!) Pallina che si gode il sole settembrino

 

Pallina08.JPG

 

baci11.gif

Repost 0
6 settembre 2011 2 06 /09 /settembre /2011 21:00

bandieragermania.gif

 

Hallo Schönheiten

 

Anno 2008 = 5.012 fotografie

Anno 2009 = 5.388 fotografie

Anno 2010 = 6.469 fotografie

Anno 2011 = 6.134... si migliora

 

Mi ci è voluto quasi un mese per guardarle, fare la selezione e poi scremare, scremare, scremare, perchè non posso fare un post con centinaia di foto... ma con decine e decine sì! I post a tappe non mi piacciono e i posti visti sono stati tanti, quindi portate pazienza

 

E dico subito che la qualità delle foto di quest'anno è davvero scarsina: mio marito per lo più ha usato la nuova compatta Capisco che non ci sia confronto con il peso dell'altra... ma non c'è neppure fra la qualità delle foto!!

 

Ma veniamo alla vacanza, 14 giorni divisi fra queste basi: prima settimana a Ladenburg, poi due giorni ad Aschaffenburg e ultimi 5 a Miltenberg.

 

Ladenburg è una deliziosa cittadina con poco più di 10.000 abitanti a circa 10 km da Heidelberg, che in origine avrebbe dovuto essere la nostra base, ma appena abbiamo cominciato a cercare casa ci siamo resi conto che, per quanto bella, era molto diversa dal nostro genere. Almeno per due settimane all'anno ci piace fare una vita quanto più possibile tedesca, ormai ci riesce piuttosto bene, e non vivremmo mai in una città così grande, tutto lì...

Così Fabio, semplicemente spostandosi su e giù lungo il Neckar grazie a Google Earth, ha scoperto Ladenburg: piccola, tranquilla e medievale, perfetta per noi E dal vivo non ci ha certo delusi, a quanto pare il problema maggiore di Ladenburg è il surplus di lavoro! Come qua

 

Ecco il fiume, proprio di fronte alle nostre finestre (scegliere le case per le vacanze è la cosa che sappiamo fare meglio, dovremmo trasformarlo in un lavoro ):

 

ladenburg03.JPG 

 

Il Markt:

 

 

ladenburg01.JPG
E la torre delle streghe (Hexenturm):

 

ladenburg02.JPG

Da Ladenburg abbiamo raggiunto facilmente i posti che ci interessavano, anche se non siamo riusciti a vedere tutto: non so se ricordate la mia mappina...

 

prepercorso
...rieccola spuntata:

 

postpercorso.JPG

 

Troppi posti, troppi pochi giorni! Una zona splendida che meriterebbe almeno un mese! Quindi ci siamo concentrati sulle mete più vicine, ben sapendo che in futuro torneremo nel Baden-Württemberg almeno altre 4-5 volte!

Per Heidelberg avevamo previsto due giorni, ma per riuscire a vedere tutto ne sono serviti tre. E' bella, bellissima. Come ho già detto, non è una nostra città-tipo, ma è assolutamente splendida e da giovane avrei adorato viverci

 

La sua attrattiva maggiore sono senza dubbio le rovine del castello:

 

heidelberg02.JPG

 

Anche quest'anno ci siamo beccati i lavori di restauro! Fabio si è sbizzarrito con millemila foto, questo è il punto che mi ha colpita di più:

 

heidelberg03.JPG

 

La torre delle polveri (Pulverturm), che nella foto rende poco, ma dal vivo fa davvero un grande effetto!

 

Il castello è uno dei tanti punti da cui si gode una splendida vista sulla città e sull'infinito verde che la circonda:

 

heidelberg04.JPG

 

Un altro punto panoramico è l'Alte Brucke...

 

heidelberg07.JPG

 

...a cui si accede tramite il Bruckentor (adoro queste porte!!):

 

heidelberg05.JPG

 

La città è ricca di scorci deliziosi:

 

heidelberg06.JPG

 

Ed è famosissimo il suo Philosophenweg, la passeggiata dei filosofi. Passeggiata?!?  Allora, parliamone un attimo Quando ci arrivi, ok, ti trovi davanti una piacevolissima stradina pianeggiante (asfaltata! Non so perchè, ma ci aspettavamo uno sterrato e quell'asfalto ci ha molto delusi), ma il punto è: arrivaci!! Si sa, io sono una palla, ogni sforzo fisico per me diventa Sforzo Fisico, c'è poco da fare, ma è anche vero che sono genovese e Genova è una città in salita, anche questo è un dato di fatto! La via dove ho abitato per 28 anni prima di sposarmi in un punto (all'inizio, quindi non lo scampi) ha una pendenza che batte molte tappone dolomitiche del giro d'Italia!! In passato solo un paio di salite di Siena mi hanno messo davvero in difficoltà e ora questo

Dalla foto riuscirete a distinguere il sentiero serpeggiante?

 

heidelberg08.JPG

 

Fabio dice che esagero, che invecchio (lui no ), che ero stanca (vero, anche perchè era il tardo pomeriggio: se andate a Heidelberg e volete fare delle belle foto ricordatevelo, castello al mattino, passeggiata dei filosofi al pomeriggio!), ecc, comunque questo sentiero mi ha fatto sentire a casa! Ditemi se non sembra una creuza de ma, sì, quelle cantate da Fabrizio De Andrè!

 

heidelberg09

 

Indubbiamente però il panorama ripaga!

 

heidelberg01.JPG

 

A est di Heidelberg, proseguendo lungo il Neckar, c'è tutta una serie di cittadine meravigliose! Prima di partire ne avevo selezionato ben otto, ma siamo riusciti a visitarne soltanto tre!

 

Neckargemund, placida lungo il fiume...

 

neckargemund-01.JPG

...con le immancabili rovine che la sovrastano e i soliti fantastici scorci...

 

neckargemund02.JPG

 

E' il punto di partenza per arrampicarsi fino a Dilsberg...

 

dilsberg01.JPG

 

...a cui assegnamo la medaglia d'argento di questa vacanza: un borgo meraviglioso e praticamente ignorato nelle guide italiane della Germania Un pugno di strade che circondano le rovine del castello:

 

dilsberg02.JPG

 

E nel cortile del castello c'è un pozzo:

 

dilsberg03.JPG

 

Qui è dove il turista può diventare Turista grazie al web (bravo Fabio!): perchè nelle guide non c'è scritto e alla biglietteria non te lo dicono, ma se lo sai puoi chiedere "la chiave" e loro te la danno e ti indicano un sentiero...

 

dilsberg04.JPG

 

...e scendi, scendi, scendi, chiedendoti se sarà la strada giusta (perchè ogni discesa è anche una salita, è normale preoccuparsi, no?! ), ma poi vedi il cancelletto...

 

dilsberg05.JPG

 

...entri, richiudi e così ti ritrovi da solo a camminare nelle viscere della montagna tedesca...

 

dilsberg06.JPG

 

...e fa un certo (bell')effetto Il tutto per arrivare alla base di quel pozzo visto prima:

 

dilsberg07.JPG

 

Ne valeva la pena? Se di Parigi ricordate solo la torre Eiffel, Notre Dame e l'arco di trionfo (magari perchè avete visto solo quelli), allora no

 

E arriviamo a Neckarsteinach, la città dei quattro castelli: due sono rovine, due sono ancora abitati e quindi invisitabili 


Mittelburg:

 

neckarsteinach02.JPG

 

Vorderburg:

 

neckarsteinach03.JPG

 

Hinterburg:

 

neckarsteinach04.JPG

 

E il mio preferito (Chiara, non ridere ), Schawalbennest:

 

neckarsteinach05.JPG

 

E il panorama, peccato che senza sole i fiumi in foto perdano moltissimo!

 

neckarsteinach01.JPG

 

Leggermente a nord di Ladenburg avevo selezionato altre tre cittadine, ricche dei miei adorati graticci!


Bensheim:

 

bensheim02.JPG

 

bensheim01.JPG

 

Heppenheim, con le rovine dello Strakenburg...

 

heppenheim05

 

...e altri splendidi graticci:

 

heppenheim04.JPG

 

heppenheim02.JPG

 

heppenheim01.JPG

 

E Weinheim, ricchissima di torri...

 

weinheim04.JPG

 

weinheim03.JPG

 

weinheim05.JPG

...di graticci...

 

weinheim02.JPG

 

...e ovviamente con il suo castello:

 

weinheim01.JPG

 

Michelstadt, nell'Assia, è uno dei paesi tedeschi più caratteristici, sognavo di visitarlo da anni e non mi ha certo delusa, lì si respira una meravigliosa Germania medievale

 

michelstadt03.JPG

 

Il pittoresco Rathaus è secondo nel mio cuore solo a quello di Wernigerode:

 

michelstadt01.JPG

 

Torri da fiaba...

 

michelstadt02.JPG

 

...e lo Schloss Furstenau, a circa un km da Miltenberg:

 

michelstadt04.JPG

 

Siete stanche? Su su, che la prima settimana di vacanza è andata

 

Da Ladenburg ci siamo spostati ad Aschaffenburg, bella cittadina sul Meno a cui normalmente avremmo dedicato soltanto una giornata, ma dove invece abbiamo passato due notti per poter assistere al concerto dei Blackmore's Night:

 

aschaffenburg05.JPG

 

Mi spiace non avere nessuna foto del concerto: Fabio ha insistito per portare la macchina fotografica, ma fare foto era vietato, il primo che ci ha provato è stato immediatamente prelevato dalla sicurezza, così la nostra macchinetta è rimasta saggiamente nella mia borsa Concerto bellissimo (Soniaaaa, ti ho pensata tanto!!!), ne valeva davvero la pena!

 

Ma anche Aschaffenburg si difende bene! Qui il pezzo forte è lo Schloss Johannisburg, imponente palazzo rinascimentale affacciato sul Meno:

 

aschaffenburg01.JPG

 

Poi c'è il curioso Pompejanum, imitazione della casa di Castore e Polluce voluta da Ludwing I:

 

aschaffenburg02.JPG

 

Il Markt...

 

aschaffenburg03.JPG

 

...e bellissimi scorci:

 

aschaffenburg04.JPG

 

A circa 15 km da Aschaffenburg c'è la nostra medaglia d'oro 2011: il castello medievale di Mespelbrunn:

 

mespelbrunn01.JPG

 

E' bello in maniera commovente, si fa davvero fatica a voltargli le spalle per andarsene via

 

Gli ultimi 5 giorni li abbiamo trascorsi a Miltenberg, cittadina nell'estremità occidentale della Baviera che avremmo già voluto raggiungere nel 2007 da Rothenburg, senza poi trovarne il tempo (come quest'anno con i posti più distanti dalle basi): meglio così! All'epoca vi avremmo trascorso solo una giornata, invece merita di essere veramente vissuta

Infatti in quei cinque giorni ci siamo staccati da lei solo per una mattinata trascorsa nella cittadina barocca di Amorbach...

 

amorbach01-.JPG

 

...e per una giornata sulla Romantische Strasse, toccando questa volta Tauberbischofsheim...

 

tauberbishofheim01.JPG

 

tauberbishofheim02.JPG

 

...e Wertheim, con il suo meraviglioso Wertheimer Brug...

 

wertheim01.JPG

 

...con questo popò di panorama (visto cosa fa il sole? )...

 

wertheim02.JPG

 

...e la casa più stretta della Germania (questa dev'essere la decima che incrociamo ):

 

wertheim03.JPG

 

Un pò come la locanda più antica, questa è quella di Miltenberg, la Zum Riesen (ma pare che questa sia sul serio la più vecchia ):

 

miltenberg04.JPG

 

La cittadina ha uno dei Markt più belli che abbia mai visto...

 

miltenberg02.JPG

 

...e la nostra casetta era proprio lì dietro, ma sul fiume. La proprietaria, una gioviale signora innamorata dell'Italia, ci ha fatto trovare in cucina decori tricolore e marmallata di fragole fatta "con mia mano"

 

miltenberg01.JPG

 

Miltenberg ha il suo castello...

 

miltenberg06.JPG

 

...con una splendida vista sul Meno, di cui è la perla

 

miltenberg07.JPG

 

Ha le sue mura e le sue torri medievali...

 

miltenberg05.JPG

 

...e vie dove ho lasciato il cuore!

 

miltenberg03.JPG

 

E, come tutti i posti visti e citati, è circondata da boschi meravigliosi! Qui siamo stretti fra lo Spessart e l'Odenwald dove, carta dei sentieri alla mano, è facile imbattersi nelle rovine romane, Limes compreso:

 

miltenberg08.JPG

 

Siete esauste o avete ancora voglia di qualche bel tedeschino? Ecco gli incontri pelosi di quest'anno

 

gatto01.jpg

gatto02.JPG

 

gatto05.JPG

 

gatto06.JPG

 

gatto07.JPG

 

gatto08.JPG

 

gatto09.JPG

 

gatto10.JPG

 

gatto03.JPG

 

gatto04.JPG

Secondo voi era maggiore la sua voglia di grattini o la mia di contatto peloso?

 

 

tschuss01

Repost 0
5 settembre 2011 1 05 /09 /settembre /2011 10:40

homesweethome03

 

Mentre le mie compagne del SAL organizzato da Valentina stanno già finendo la quinta tappa, io sono riuscita solo ieri a terminare la quarta, scaduta il 15 agosto  Caldo, tetto e finestre mi hanno fatto sembrare eterna questa tappa, anche se adoro questo genere di casette! Molte di noi hanno scelto di personalizzare la casa con i colori della propria e l'ho fatto anch'io, sebbene viva in un appartamento e non in una casa indipendente Comunque, suscitando grande ilarità in mio marito e in un nostro amico, ho appoggiato al muro esterno le matassine dalle tonalità più simili fino a trovare quelle perfette: la DMC ha davvero una bella gamma di colori 

 

familysampler04a.JPG

 

Così i muri della mia casetta sono una via di mezzo fra il granata e il rosso mattone, mentre le finestre sono profilate in color ambra.

La mia scarsa vista, unita alla pigrizia che mi ha portata a non fare delle fotocopie sufficientemente ingrandite dello schema, mi è costata il terzo errore nell'anno: devo smetterla di dire che sono lenta, ma non sbaglio mai!!!

Ecco qua: 

familysampler04b.JPG

 

I muri della casa dovevano rientrare di una crocetta rispetto al tetto, io invece li ho fatti a filo Me ne sono accorta quando ormai sarebbe stato peggio disfare, ma per fortuna in tempo per metterci una pezza, cioè mantenere una giusta proporzione sistemando le due crocette di troppo proprio nella parte centrale e, vi dirò, avere le due coppie di finestre maggiormente separate non mi dispiace affatto!

 

familysampler04c.JPG

 

Ed ecco una stortissima visione d'insieme 

 

baci03.gif

Repost 0

Etichette